CBO


Cosa è il CBO e perché potrebbe cambiare l’advertising

Quando Facebook lanciò la CBO (Campaign Budget Optimization) tutti gli advertiser si sono chiesti cosa sarebbe cambiato per le loro campagne e se il modo di fare advertising avrebbe subito una rivoluzione. Spesso il successo di una campagna d’advertising di Facebook risiede infatti anche nelle tecnicalità e dato che (sebbene si vociferi un cambio di programma) il CBO sarà obbligatorio da Settembre, è ora di chiarare di cosa si tratta e dove ci porterà.

Campaign Budget Optimization di Facebook

La Campaign Budget Optimization di Facebook (CBO) è la possibilità di impostare il budget delle campagne pubblicitarie a livello di campagna, invece che a livello di gruppo di inserzioni.

In questo modo l’advertiser imposterà solo una volta il budget che verrà automaticamente diviso in base ai risultati dei gruppi d’inserzioni. In pratica, il pubblicista lascia all’algoritmo di Facebook il compito di gestire il budget all’interno della campagna secondo gli obiettivi che si vuole raggiungere

Pro e contro della CBO

I vantaggi della CBO sono innegabili quando si tratta di campagne con diversi gruppi d’inserzioni. Mentre per eseguire A/B test è sempre conveniente usare la funzione apposita (a meno che di grandi A/B test), per campagne con gruppi d’inserzioni differenti, magari con obiettivo Conversione, può essere utile avere un’ottimizzazione automatica per diminuire il costo per conversione.

Ci sono allo stesso tempo però diversi contro:

– L’advertiser ha meno libertà di gestione del budget; se infatti, nonostante i risultati, si vuole aumentare il budget per un solo gruppo d’inserzioni che non sta performando ottimamente con la CBO non è possibile
– Per determinati obiettivi, come le Conversioni con pubblico simile, se non ci sono abbastanza dati e visitatori sul sito, l’algoritmo non agisce in maniera affidabile
– La CBO è praticamente superflua quando si tratta di semplici campagne con un solo gruppo d’inserzioni e anzi rischia di complicare la situazione in Gestione Inserzioni perché constringe l’advertiser a creare una campagna per singolo gruppo, moltiplicando drasticamente il num. di campagne per account, se non vuole utilizzare la CBO

CBO Obbligatoria da Settembre 2019

La funziona CBO rimaneva comunque facoltativa. Non sarà così a lungo, dato che a partire da Settembre 2019, tutte le campagne già attive si convertiranno alla alla CBO e non sarà più possibile gestire il budget per ogni singolo gruppo di inserzioni.

Fino ad allora tutte le tue campagne saranno gestibili come sempre, ma è bene prepararsi prima al cambiamento. Meno libertà e più fiducia all’algoritmo: sarà questa la strada giusta per la pubblicità su Facebook?

MarketingSocial MediaWeb

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *